Le riflessioni che seguono derivano da stati d’animo complessi. Le parole semplici scorrono senza impedimenti in una sorta di avventura dei sentimenti dove ognuno potrebbe percepirne o sperimentarne l’essenza. “Il passaggio” delinea una storia apparentemente personale di un percorso col proprio essere interiore, cercando una via di uscita che inizialmente ha difficoltà a trovare. La persona vittima di queste vicissitudini fatica ad uscire fuori da una situazione che ha minacciato la sua entità, perché messa a dura prova influenzandone le emozioni. L’ora del riscatto finalmente arriva ma non senza ostacoli dettati da ricordi permanenti. Si tratta per lo più di adattamento a una situazione diversa, nuova, dove la vita viene rivissuta e rivalutata in modo particolare. La speranza esiste ma in un mondo dove le emozioni annientate prima, per un tradimento alla vita stessa, riemergono attraverso un “passaggio” dove, complice il tempo, il tutto ritorna in nuova luce.