Mariella ha dato coinvolgimento a “Qualcosa in cui credere” di Carlo Maria Martini

Mariella ha dato coinvolgimento a “Qualcosa in cui credere” di Carlo Maria Martini

Se si guarda alle sfide dell’età contemporanea, ci si rende conto di come l’uomo si trovi di fronte a un mosaico fatto di inquietanti interrogativi sul futuro, sul senso della vita, sul destino del mondo. In questo scenario, è difficile non cadere in preda all’angoscia e allo smarrimento. E proprio in questo scenario si muove il cardinal Martini, con la consueta saggezza che gli viene dalla profonda conoscenza del testo biblico. Ecco il suo prezioso insegnamento: occorre riandare alle parole del Gesù dei vangeli, riscoprendo la verità che rende l’uomo libero e realizzato, sapendo che attraverso la croce della prova di ogni giorno si giunge alla risurrezione e alla serenità già su questa terra.
In queste pagine, capaci di emozionare e coinvolgere, si snoda un itinerario spirituale che permette all’uomo contemporaneo di trovare la forza interiore per andare oltre il muro dell’angoscia.

Maria Pia ha dato rimedio ad “Il cardellino” di Donna Tartt

Maria Pia ha dato rimedio ad “Il cardellino” di Donna Tartt

Theo Decker ha solo tredici anni quando una bomba esplode al Metropolitan Museum uccidendo sua madre. Rimasto solo a New York, viene accolto dalla ricca famiglia di un compagno di scuola. Ma la nostalgia per la madre lo tormenta, isolandolo sempre di più dal mondo circostante. Poi, improvvisamente, nella sua vita ricompare quel padre che l’aveva abbandonato da bambino: giocatore d’azzardo e alcolizzato, l’uomo decide di rimediare portando il figlio con sé a Las Vegas. L’unica costante per Theo è il piccolo quadro del Cardellino, opera amatissima da sua madre. Tra le luci dell’Upper East Side, la desolazione della periferia di Las Vegas, le fughe vertiginose lungo i canali di Amsterdam, Il cardellino è un romanzo meravigliosamente scritto che si legge come un thriller.

Maira ha dato profondità a “PNL e libertà” di Richard Bandler, Owen Fitzpatrick, Alessio Roberti

Maira ha dato profondità a “PNL e libertà” di Richard Bandler, Owen Fitzpatrick, Alessio Roberti

Un libro di breve durata che tratta dell’esperienza diretta su un corso, full immersion di tre giorni, a cui partecipa il protagonista Joe, manager deluso dalla vita e abbandonato dalla fidanzata. Il racconto spazia tra la terza e la prima persona, alternando dialoghi a riflessioni interiori, spesso accompagnati da flash back temporali che servono a descrivere il pensiero del protagonista circa la propria esperienza vissuta. Potremo definirlo l’ennesimo libro di auto – aiuto che spiega come le persone non siano ancora riuscite a raggiungere i propri obiettivi solo ed esclusivamente perché i loro limiti mentali non glielo hanno ancora consentito.

Mara ha dato fiducia ad “Il gufo che aveva paura del buio” di Jill Tomlinson

Mara ha dato fiducia ad “Il gufo che aveva paura del buio” di Jill Tomlinson

Il famoso racconto di Jill Tomlinson è considerato un long seller e in Inghilterra è da anni un classico della prima infanzia. Narra la storia di Plop, un gufetto che, contrariamente alla sua natura, teme il buio e perciò si rifiuta di uscire di notte per andare a caccia insieme al suo papà. Ma come spesso accade, è la mamma che lo aiuta a vincere le sue paure, convincendolo a uscire. Affrontare proprio quello che ci spaventa di più è una ricetta sicura per acquisire la fiducia in se stessi, così come conoscere ciò che è ignoto significa cessare di temerlo. Plop scopre che il buio non è solo nero come appare ma è abbagliante, utile, divertente e persino affascinante. Una storia semplice, che insegna e rassicura.

Lorenza ha dato chiarezza a “Vaniglia e cioccolato” di Sveva Casati Modignani

Lorenza ha dato chiarezza a “Vaniglia e cioccolato” di Sveva Casati Modignani

Vaniglia e cioccolato: due gusti diversi che però insieme legano benissimo. Come capita, talvolta, nell’amore. Com’è capitato anche a Pepe e Andrea, che dopo diciotto anni di matrimonio e tre figli non hanno mai smesso di amarsi. Ma un giorno la magica alchimia si spezza e lei, delusa e umiliata dalle scappatelle del marito, decide di andarsene e lasciarlo da solo a cavarsela con i mille problemi quotidiani. Una separazione che tuttavia si rivela decisiva per entrambi, aiutandoli a far chiarezza in se stessi e a ritrovarsi…

Mariuccia ha dato realizzazione a “Monte Cinque” di Paulo Coelho

Mariuccia ha dato realizzazione a “Monte Cinque” di Paulo Coelho

Per gli abitanti di Akbar, nell’antico Libano, il Monte Cinque è un luogo inaccessibile, abitato dagli dei che governano il loro destino. Quando, per sfuggire alla persecuzione della regina Jezebel, il profeta Elia è costretto a lasciare Israele, un angelo gli svela che la strada della sua salvezza – l’arduo cammino verso la realizzazione e la santità – attraversa le porte della città fenicia: là, oltre le spesse mura di pietra, il Signore ha ordinato tremende prove per colui che, secondo i capitoli della Bibbia, ascenderà al cielo su un carro di fuoco, trainato da cavalli fiammeggianti. Ma si può davvero accettare la morte dell’amata in nome della fede? E quale prezzo si deve pagare perché trionfino la giustizia e la verità?

Anna ha dato prestigio alla “Breve storia della lingua italiana” di Marazzini Claudio

Anna ha dato prestigio alla “Breve storia della lingua italiana” di Marazzini Claudio

La storia dell’italiano è caratterizzata dal prestigio che seppe raggiungere prima ancora che l’Italia esistesse. Scavalcando gli intricati confini degli stati preunitari, l’idioma toscano letterario incarnò un’idea morale di nazione, repubblica delle lettere armata non di eserciti, ma di letteratura, di poesia, di eleganza stilistica. Se ricca e complessa appare la storia del processo di alfabetizzazione di massa, non meno affascinante è la vicenda culturale di un lingua che fu strumento espressivo di poeti come Dante e Petrarca, di scienziati come Galileo, di prosatori come Machiavelli. Questo libro delinea il percorso storico dell’italiano, facendo emergere la rete di legami fra le regioni italiane, prima che l’Unità divenisse realtà.

Mirella ha dato accoglienza a “Stella stellina” di Fiorenza Casanova

Mirella ha dato accoglienza a “Stella stellina” di Fiorenza Casanova

Un libro per le prime letture, ricco di illustrazioni a colori e di simpatiche avventure. È tanto curiosa la piccola stella che un giorno decide di scendere sulla Terra. L’accoglienza non è delle migliori e, dopo qualche disavventura, sarà un gatto gentile a riaccompagnarla sulla via del ritorno.