Teresa ha dato riflessione a “Siamo solo amici” di Luca Bianchini

Teresa ha dato riflessione a “Siamo solo amici” di Luca Bianchini

Giacomo è un portiere d’albergo veneziano. Rafael è un ex portiere di calcio brasiliano. L’essere stati davanti a una porta è l’unica cosa che hanno in comune: lontani di età, di carattere, di trascorsi. Ma sono entrambi a un appuntamento con il destino. Il primo sta per rivedere quella che crede la donna della sua vita, dopo cinque anni di attesa: una signora di Torino sposata e benestante eternamente in conflitto tra i precetti religiosi e quelli astrali. Il secondo è all’inseguimento di un’attrice di telenovela in fuga dal personaggio che le ha rubato l’anima. In un incontro casuale, e a volte surreale, Giacomo e Rafael si aiuteranno a vicenda a capire chi sono veramente e cosa desiderano, instaurando un rapporto speciale e a tratti equivoco, in cui entrambi dovranno mettere in discussione se stessi e le proprie certezze. Sullo sfondo, oltre il viavai dei clienti che transitano dall’hotel, una Venezia lontana dalle vedute da cartolina, in cui la gente parla ancora in dialetto, ha paura degli stranieri e non sa rinunciare a un prosecco prima di cena.

Rita ha dato suspense a “I giorni dell’ombra” di Sara Bilotti

Rita ha dato suspense a “I giorni dell’ombra” di Sara Bilotti

Vittoria si avvia lentamente verso i trent’anni, ma non è mai diventata veramente donna. Ha vissuto da reclusa, con una sorella più piccola che soffre di agorafobia, una madre rassegnata e letargica, un padre violento e possessivo. Tutta la sua esistenza si è da sempre concentrata nel palazzo in cui abita, e nel piccolo mondo che lo popola. Ed è dentro il palazzo che, da qualche tempo, ha trovato nuove ragioni di speranza: in Daniel, il talentuoso scrittore del quale può permettersi di essere innamorata, nella certezza che il suo sentimento non sarà mai ricambiato, e in Lisa, la ragazza vitale e sfrontata che si serve di Vittoria per i propri piccoli sfoghi quotidiani, e le consente di proiettarsi per procura in quel mondo che non ha mai avuto il coraggio di affrontare. Quando Lisa scompare da un giorno all’altro, nessuno nel palazzo sembra preoccuparsene: tutti sono convinti che sia partita per uno dei suoi vagabondaggi amorosi e che presto tornerà. Vittoria però è sicura che l’amica sia in pericolo e che le sia successo qualcosa di brutto. E comincia a violare la semiclausura cui è condannata da anni, nel tentativo di arrivare alla verità. Senza fermarsi davanti a nulla: neppure al sospetto che nella sparizione siano coinvolte le persone che le sono più care e che ritrovare Lisa significherà uscire dalla propria prigione e affrontare una volta per tutte, indifesa, il mondo fuori. Con una scrittura elegante e una capacità rara di esplorare e mettere in scena le ferite più profonde, quelle che ognuno porta nell’anima, Sara Bilotti accompagna i lettori in una vera e propria discesa agli inferi. E costruisce un romanzo nerissimo, carico di suspense, con una protagonista fragile e disturbata, dolce e inquietante, degna delle grandi eroine di Hitchcock.

Veronica ha dato slancio a “Niente è per caso” di Maria Venturi

Veronica ha dato slancio a “Niente è per caso” di Maria Venturi

Non si è mai pronti all’incontro che ti segna per la vita. Tanto meno se, come Billy e Marta, non hai neanche vent’anni e il futuro è tutto da costruire. Ma tra loro si scatena qualcosa che va oltre l’età, oltre un’estate in Versilia e la voglia di piacersi. Sono due opposti che si attraggono, lei sognatrice e amante dei libri, lui ambizioso e in carriera, eppure hanno le stesse paure, la stessa testardaggine e un identico slancio nella passione. Però è troppo presto per scegliersi davvero, così si separano odiandosi. Per molti anni non una parola, solo ricordi. E quando Marta parte con suo padre per il lago di Iseo, lo fa quasi controvoglia. Non è un momento semplice, soprattutto con il compagno Stefano, che promette ma non divorzia dalla moglie. Lei non immagina che il caso le ha preparato la sorpresa più grande. In un agriturismo disperso tra le colline ritrova Billy, e di nuovo è guerra e desiderio. Sarà solo la prima resa dei conti, perché loro due sono destinati a farsi male, a ritrovarsi, a perdersi ancora. E a sfidare il destino, all’infinito.

Simona ha dato fascino a “ISABELLA D’EGITTO. PRIMO AMORE DI CARLO V” di ACHIM VON ARNIM

Simona ha dato fascino a “ISABELLA D’EGITTO. PRIMO AMORE DI CARLO V” di ACHIM VON ARNIM

Tra i racconti fantastici del romanticismo tedesco, Isabella d’Egitto (1812) di Achim von Arnim spicca per la perfezione della costruzione e per la dovizia e il fascino dei motivi narrativi. È la storia dell’amore giovanile dell’imperatore Carlo V per Isabella, principessa degli zingari. Il tema centrale di questo amore s’intreccia con vicende della tradizione fantastica popolare: quella del nano nato da una radice di mandragola, quella del Golem e quella di Pelle d’Orso, il lanzichenecco defunto che continua a fare il servitore anche dopo morto. Isabella dà vita, secondo un minuzioso rituale magico, all’omuncolo mandragola per poter avvicinare Carlo V, ed avere da lui un figlio che, secondo la profezia, ricondurrà il popolo degli zingari alla patria e alla libertà; Carlo V vuol assicurarsi i servigi di Cornelius Nepos, il nano mandragola, perché ha bisogno della sua capacità di procurare continuamente tesori e ricchezze.

1° EDIZIONE DEL BOOKS AND MORE A MONTESILVANO – Anche il progetto LA VOCE DEL BUIO avrà “voce”

1° EDIZIONE DEL BOOKS AND MORE A MONTESILVANO – Anche il progetto LA VOCE DEL BUIO avrà “voce”

Si svolgerà oggi 10 luglio dalle ore 20,30 in Viale Europa a Montesilvano la 1° edizione del BOOKS and More, Editoria, Eccellenze, Enogastronomia, Presentazioni Letterarie.
L’evento, patrocinato dalla Provincia di Pescara, dal Comune di Montesilvano e inserito nel cartellone degli eventi estivi montesilvanesi, è ideato e organizzato da Elena Costa, direttore editoriale di Italia è Magazine, editore della Costa Edizioni e Presidente dell’Associazione Editori Abruzzesi, vedrà la partecipazione di editori provenienti da diverse regioni italiane (Piemonte, Marche, Puglia, Abruzzo). Books and More non è unicamente una fiera dell’editoria ma un contenitore che raggruppa libri, presentazioni letterarie, enogastronomia, librerie, e tanto altro. L’apertura degli stand è prevista per le ore 20,30 mentre le presentazioni letterarie avranno inizio alle ore 21,00.
Editoria e progetti: AEA Associazione Editori Abruzzesi, Arsenio Edizioni, Chiaredizioni, Costa Edizioni, Daimon, D’Abruzzo, Di Felice, Drakon, Hatria, Il Ciliegio, Il Viandante, Le Mezzelane, Nisroch, Nuova Gutemberg, Solfanelli, Tabula Fati, Voilier. Enogastronomia: Verna oleificio, Aca Agrolearia, Monteselva. Libri e altro: Librerie Ubik, La Voce del Buio, Libreria On The Road, Abruzzo Siti Web, Cartolibreria Skarabokkio, Italia è Magazine.
In caso di pioggia l’evento si terrà presso il Pala Dean Martin. Domenica 14 Agosto, sempre in Viale Europa, si terrà il secondo appuntamento di Books and More.

Viviana ha dato coinvolgimento a “La ragazza nella nebbia” di Donato Carrisi

Viviana ha dato coinvolgimento a “La ragazza nella nebbia” di Donato Carrisi

La notte in cui tutto cambia per sempre è una notte di ghiaccio e nebbia ad Avechot, un paese rintanato in una valle profonda fra le ombre delle Alpi. Forse è stata proprio colpa della nebbia se l’auto dell’agente speciale Vogel è finita in un fosso. Un banale incidente. Vogel è illeso, ma sotto shock. Non ricorda perché è lì e come ci è arrivato. Eppure una cosa è certa: l’agente speciale Vogel dovrebbe trovarsi da tutt’altra parte, lontano da Avechot. Infatti, sono ormai passati due mesi da quando una ragazzina del paese è scomparsa nella nebbia. Due mesi da quando Vogel si è occupato di quello che, da semplice caso di allontanamento volontario, si è trasformato prima in un caso di rapimento e, da lì, in un colossale caso mediatico. Perché è questa la specialità di Vogel. Non gli interessa nulla del dna, non sa che farsene dei rilevamenti della scientifica, però in una cosa è insuperabile: manovrare i media. Attirare le telecamere, conquistare le prime pagine. Ottenere sempre più fondi per l’indagine grazie all’attenzione e alle pressioni del “pubblico a casa”. Santificare la vittima e, alla fine, scovare il mostro e sbatterlo in galera. Questo è il suo gioco, e questa è la sua “firma”. Perché ci vuole uno come lui, privo di scrupoli, per far sì che un crimine riceva ciò che gli spetta: non tanto una soluzione, quanto un’audience. Sono passati due mesi da tutto questo, e l’agente speciale Vogel dovrebbe essere lontano, ormai, da quelle montagne inospitali. Ma allora, cosa ci fa ancora lì?

Maria Rosaria ha dato consapevolezza ad “Alla fine qualcosa ci inventeremo : che ne sarà di mio figlio autistico quando non sarò più al suo fianco” di Gianluca Nicoletti

Maria Rosaria ha dato consapevolezza ad “Alla fine qualcosa ci inventeremo : che ne sarà di mio figlio autistico quando non sarò più al suo fianco” di Gianluca Nicoletti

“Ai bambini speciali, a quelli visibili solo con gli occhi del cuore: ai miei alunni autistici, che mi hanno permesso di comprendere l’essenza della vita” (Maria Rosaria P.)

Tommy ha da poco compiuto sedici anni. Vive l’età in cui tutti gli adolescenti cominciano a fare progetti sul futuro e i genitori si preparano a lasciarli camminare da soli. Ma Tommy è un adolescente speciale: certo, è bravissimo a risolvere il cubo di Rubik, sa alzarsi in equilibrio dopo aver girato per mezz’ora come una trottola sulla sedia d’ufficio del padre, però il suo sguardo fatica a incrociare il tuo e il suo vocabolario è fatto di una manciata di parole. Perché Tommy è autistico, un dolcissimo, solitario ragazzone che senza l’aiuto di qualcuno difficilmente potrà percorrere le strade della vita. Tommy “frequenta” il liceo artistico, ma non conosce l’ambizione di un diploma o di una laurea. Il vero traguardo di quelli come lui è l’autonomia nelle piccole azioni di tutti i giorni: sapersi lavare e vestire, allacciarsi le scarpe, affettare le zucchine per un piatto di pasta da cucinare sotto lo sguardo attento di un adulto. E se fino a un anno fa la sua gestione quotidiana – già tutt’altro che semplice – era pur sempre l’unico problema dei genitori, per loro è ora arrivato il momento di affrontare nuovi angoscianti quesiti: che ne sarà di Tommy domani? Chi se ne occuperà quando il padre e la madre non avranno più le energie per camminargli accanto? In questo libro, Gianluca Nicoletti ci racconta (e si racconta) cosa succede “dopo”, quando al tuo bambino incapace di comunicare inizia a spuntare la barba e tu, oltre alle difficoltà del presente, devi fare i conti con il suo futuro.

Cristina ha dato mistero a “Il Lusso della Morte: Un Thriller di Katerina Carter” di Colleen Cross

Cristina ha dato mistero a “Il Lusso della Morte: Un Thriller di Katerina Carter” di Colleen Cross

A volte è meglio lasciare il passato sepolto…Il viaggio di Katerina Carter, investigatrice specializzata in frodi, alla volta di un’isola remota, porta alla luce un misterioso culto degli anni Trenta, passaggi segreti e voci riguardo a un tesoro nascosto. I segreti arcani della Fondazione Acquariana sono persi nelle sabbie del tempo, ma un crimine sinistro giace in quelle acque profonde. Kat scopre una verità terrificante, una che il killer vuole proteggere a ogni costo. Svelare il segreto indurrà l’assassino a colpire ancora e solo lei può fermarlo. Se sarà fortunata riuscirà a uscirne viva, ma se la sua fortuna fosse esaurita? Un legal thriller psicologico affascinante che vorrete leggere con le luci accese!

Paola ha dato chiarezza a “IO TI SENTO” di Irene Cao

Paola ha dato chiarezza a “IO TI SENTO” di Irene Cao

Dopo Io ti guardo, continua il viaggio di Elena e Leonardo alla scoperta del piacere. Ha voltato pagina, Elena. I giorni di passione e follia con Leonardo l’hanno resa una donna più forte. Oggi Elena sa cosa vuole, e ha scelto Filippo: è per lui che ha lasciato Venezia, trasferendosi a Roma. E la loro nuova vita insieme è praticamente perfetta. Ma cancellare il passato è impossibile. È la sera del suo trentesimo compleanno, ed Elena non potrebbe immaginare che il ristorante dove Filippo l’ha portata per festeggiare sia di Leonardo. Quel suo sguardo che le tocca il cuore. Niente più regole, adesso si gioca a carte scoperte: perché questa volta nascondere l’amore non serve più. Fino a quando il segreto più inconfessabile di Leonardo verrà alla luce, ed Elena dovrà decidere se è disposta a pagarne il prezzo.