Non credermi migliore di te. Desidero anzi dirti subito la verità, poiché vorrei che questo libro ti diventasse amico. Probabilmente sono peggiore di te. Chi cammina da anni si copre di polvere, incontra molte pietre e attraversa tanti crocicchi. E solo più tardi conosce il valore delle scorciatoie. La strada è lunga e verso sera ti parrà di aver sognato la vita. Ma la stanchezza e le ferite ti diranno che avrai proprio vissuto. Sappi ad ogni modo, già da questa prima pagina, che più di un gesto mi rimorde: e quando il ricordo di certe ore mi assale, ho vergogna di me. Sappilo e non credermi migliore di te.