Nel vecchio paese della Bassa Padana, Peppone e don Camillo continuano, negli anni dell’immediato dopoguerra, la loro guerra privata, sempre – naturalmente – a maggior gloria di Dio e del Partito. In un susseguirsi sempre più divertente di avventure, vendette, ricatti e scherzi, i due rafforzano la loro complicità mostrando come l’amicizia va ben oltre la divergenza politica.