I vizi capitali riletti alla luce della contemporaneità e una sequenza di nuovi vizi che coincidono con tendenze collettive a cui l’individuo riesce a opporre debole resistenza, pena l’esclusione sociale.