Il silenzio del mare è una breve narrazione che si svolge fra le quattro mura di un salotto ma è soprattutto la storia della muta resistenza che fu la prima forma di opposizione francese all’invasore tedesco. Uno stile sommesso e sensibile, pieno di echi e di pause, una prosa in cui i personaggi sono le ombre dolorose di un’epoca che la guerra ha travolto. Questo piccolo capolavoro è stato tradotto in ventuno lingue, ed è diventato ovunque un racconto simbolo della virtú eroica dell’intransigenza, che può sbocciare anche nel piú umile degli esseri umani.